Home » CHI SIAMO

CHI SIAMO

L’Astrea venne creata nel 1948, grazie all’iniziativa di un gruppo di dipendenti del Ministero della Giustizia, i quali decisero di formare un team calcistico formato dal Corpo degli Agenti di Custodia con lo scopo di partecipare al torneo amatoriale “Orlandini”. Un anno dopo, nel 1949, Tommaso Jezzi e Girolamo Montervini, rispettivamente capo e vice dell’Ufficio del Personale di Polizia, di comune accordo decisero di iscrivere la squadra al campionato di Seconda Divisione affiliandola alla F.I.G.C., successivamente, l’Astrea cominciò la sua cavalcata fino alla Serie D, passando dalla Prima Divisione alla Promozione Laziale, ove nella stagione di Promozione Lazio 1972-1973 i biancoblù vinsero il campionato venendo promossi in Serie D (allora divisione semi-professionistica) rimanendoci però solo per un anno per poi retrocedere nella stagione successiva.

Il ritorno nella massima divisione dilettantistica, avvenne nella stagione di Promozione Lazio 1985-1986 quando l’Astrea, vinse il girone A della Promozione, acquisendo il diritto a partecipare al Campionato Interregionale 1986-1987 dopo 12 anni ove una volta passato il periodo di transizione vennero gettate le basi per tentare l’impresa di vincere il Campionato Interregionale ed essere promossi nel professionismo della Serie C2, cominciando a ristrutturare il Centro Sportivo di Casal del Marmo, attuale campo di gioco dell’Astrea. Nel maggio del 1990 con la vittoria del Campionato Interregionale 1989-1990, l’Astrea venne promossa in Serie C2 non senza difficoltà per via del divieto di assumere prestazioni contrattuali per i calciatori appartenenti al Corpo degli Agenti di Custodia.

Con la promozione di Serie C2, l’Astrea cambiò suffisso da Unione Sportiva ad Associazione Sportiva e in cui vi rimasero per sei stagioni di fila. L’ultima stagione in Serie C2 1995-1996 finì retrocedendo nel C.N.D. pareggiando prima con il risultato di 2-2 contro il Bisceglie e perdendo poi lo spareggio play-out contro il Marsala. L’anno successivo, con il ritorno tra i dilettanti l’A.S. Astrea, stabilì uno dei primati vincendo Campionato e Coppa Italia Dilettanti battendo la squadra del Noicattaro per 3 a 0. Il capocannoniere di quella stagione fu Alessandro Cordelli che si aggiudicò la classifica cannonieri con 20 reti, che aggiunte a quelle realizzate in Coppa e nella “Poule Scudetto”, portarono il suo bottino personale a quota 30.

Nella stagione agonistica 1997-1998 i biancoblù vennero promossi per la seconda volta in Serie C2, ma l’esperienza fu molto breve e durò appena due anni,1997-1998 e 1998-1999 retrocedendo, poi, nella rinata Serie D dove ha militato per 17 anni consecutivamente fino alla stagione 2015-16. Attualmente l’Astrea milita nel campionato Regionale di Eccellenza. A partire dalla stagione calcistica 2013-14, con iniziativa promossa dal Consiglio Direttivo allora presieduto dal Capo del Dipartimento, Franco Ionta, è stato varato il progetto del settore giovanile che comprende anche una Scuola Calcio per i bambini dai 6 ai 12 ani,  grazie al coinvolgimento di adeguate professionalità nei ruoli tecnici e di staff, anche per il gruppo sportivo della Polizia Penitenziaria ha avuto inizio l’avventura nei settori giovanili del calcio fondamentale per dare un solita base a qualsiasi club. Da allora il settore è cresciuto in maniera esponenziale ed ora costituisce uno dei fiori all’occhiello della Società espressione del Corpo della Polizia Penitenziaria.